domenica, febbraio 24, 2008

strategie

guardando un bel film ieri al cinema ho fatto questa riflessione.

Premessa

Per l'uomo (e immagino per la maggior parte dei mammiferi) il grasso è la parte più preziosa dei costituenti corporei. Può sembrare strano sentirlo dire così, ma è una meravigliosa riserva di energia, utilizzabile in ogni momento. Per questo è così difficile dimagrire: il corpo è programmato per non utilizzare che non in caso di estremo bisogno le sue riserve di combustibile d'emergenza. Per tutte le normali attività usa infatti gli zuccheri, che tanto se ne trovano dappertutto in natura.

Analogia

Qual'è l'equivalente del grasso per la società? Qual'è la forma di energia più concentrata che possediamo? Su, su, non fatvi pregrare: il petrolio!
Quindi, sarebbe giusto utilizzare il petrolio, elemento meraviglioso, esattamente come il nostro corpo fa con il grasso: solo quando ce n'è veramente bisogno.
E quando non c'è ne bisogno, tirare avanti con le energie a facile disponibilità: che so, solare, eolica, idroelettrica...

Morale

Così come l'obesità è una malattia odierna causata da un (apparente) eccesso di disponibilità di cibo, anche l'inquinamento della terra è una malattia della società dovuta ad un (apparente) eccesso di disponibilità di petrolio.

1 commento:

Ciocionheart ha detto...

Sono d'accordo. Una osservazione simile veniva fatta sul mio libro di Ecologia o Botanica, ora non ricordo, che si lamentava della produzione di energia elettrica a partire dal petrolio, il quale, colá si sosteneva, non puó essere efficientemente sostituito dall'energia elettrica come combustibile e come base per la sontesi di materie plastiche.
Saluti